RioLab

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Articoli
Articoli

Excel 2010: Visualizzazioni Personalizzate

E-mail Stampa PDF

In Microsoft Excel 2010 (ma le visualizzazioni personalizzate erano presenti anche nelle versioni precedenti di Excel) è possibile gestire più visualizzazioni dei vari fogli. Questo consente di passare rapidamente da un foglio all’altro, da una visualizzazione all’altra, risparmiando tempo e procedure noiose e ripetitive. Nel video vengono mostrate le principali caratteristiche della funzionalità e alcuni limiti.

 

 

 

Sistema operativo: win32
Applicazioni: Excel 2010 
Ultimo aggiornamento Domenica 13 Giugno 2010 14:54
 

Inserire immagini nelle celle

E-mail Stampa PDF

Come noto, Excel non prevede una funzione espressamente dedicata all'inserimento di immagini nelle celle così che ne formino parte integrante.
Vi è però la possibilità di colmare questa lacuna mediante un uso  appropriato dei Commenti.

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Giugno 2010 08:19 Leggi tutto...
 

Microsoft Excel 2010 – Personalizzazione della barra multifunzione

E-mail Stampa PDF

La barra multifunzione(ribbon) e le relative schede(tabs) introdotte con Microsoft Office 2007 in alcuni programmi della suite, non erano facilmente personalizzabili, richiedendo in molti casi il ricorso alla scrittura di codice XML.

Fra le molte novità di Microsoft Office 2010 alcune riguardano la gestione della barra multifunzione e delle schede. La cosa assume maggior valore se si pensa al fatto che la barra multifunzione è stata adesso inserita in tutti i programmi di Microsoft Office 2010. Nei tre video vediamo come utilizzare queste funzionalità in Microsoft Excel 2010 per:

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Giugno 2010 11:00 Leggi tutto...
 

Creare un Sommario parziale mediante l'utilizzo del campo TOC

E-mail Stampa PDF

L'argomento Sommari è stato ampiamente trattato da Cinzia Pagani nell'articolo "Creare automaticamente un sommario in un documento di Word", nonché in parte dallo scrivente in "Sommario parziale per ogni sezione".

In questo nuovo articolo affrontiamo la creazione di Sommari parziali, ovvero riferiti a singole parti del documento, mediante l'utilizzo dei parametri del campo TOC (Table Of Content: tabella del contenuto).

Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Novembre 2010 10:59 Leggi tutto...
 

Problema: quando si modifica una formattazione Word la applica a tutto il documento

E-mail Stampa PDF

Vi è mai capitato che con Word, applicando una formattazione ad una sola porzione di test (ad esempio applicando il grassetto, oppure cambiando le dimensioni di un carattere o il colore dei font) questa venga applicata non solo alla porzione di testo selezionata ma a tutto il documento o a una buona parte di esso?

Questo potrebbe succedere quando il documento utilizza stili in maniera abbastanza diffusa, e non si tratta di un'anomalia bensì di un automatismo legato proprio agli Stili ma che in questo caso produce effetti indesiderati.

In questi casi si può risolvere in maniera puntuale con un piccolo "trucco", ma sicuramente si può intervenire in maniera definitiva per disattivare l'automatismo. Andiamo per gradi; questo è il "trucco" che funziona in ogni momento:

  • si applica la modifica della formattazione; questa viene applicata però ad una porzione di testo molto pià estesa (a volta anche a tutto il documento)
  • basta usare il comando per tornare indietro di un'operazione ("Modifica -> Annulla [formattazione]", oppure la sequenza di tasti [CTRL]+[Z]). Verrà annullata l'applicazione del formato al resto del documento ma rimarrà applicata alla porzione di testo selezionata in precedenza.

 


Per risolvere in maniera definitiva il problema bisogna invece operare sui singoli Stili. Ammettiamo ad esempio che il testo su cui stai operando sia associato allo stile "Normale" oppure "Titolo 1". Bisogna procedere in questo modo:

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Marzo 2010 12:01 Leggi tutto...
 

Somma progressiva

E-mail Stampa PDF

A volte in Excel si ha l’esigenza di eseguire la somma progressiva, ossia un calcolo in cui (a cascata) si sommano dei valori al risultato di una formula analoga contenuta nella cella precedente.

Consideriamo, ad esempio, il caso della numerazione di un elenco di nomi, in cui il numero in corrispondenza di ciascun nome si ottiene sommando 1 al numero contenuto nella cella sopra.

Tralasciando l’uso di funzioni come RIF.RIGA o RIGHE (che risolverebbero il problema specifico della numerazione, ma non quello più generico della somma progressiva), la prima soluzione che forse ci viene in mente è quella di digitare il numero 1 nella cella B3, quindi immettere nella cella B4 la formula =B3+1 e copiarla sotto (trascinandola fino alla cella B9).

Semplice! Rapido! Efficace! ... Efficace!? ... Efficace forse no! ... Vediamo perché.

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Gennaio 2010 22:31 Leggi tutto...
 

Gestione degli errori in Excel

E-mail Stampa PDF

In molti casi, le funzioni di Excel restituiscono un risultato di errore del tipo #DIV/0!, #N/D!, #RIF!, #NUM! e così via. Questo succede perché la funzione non riesce ad effettuare il calcolo che le è proprio.

Le ragioni possono essere molteplici: dalla divisione di un numero per 0 (zero), alla ricerca di un valore oltre il range di un intervallo, all'inesistenza di un dato cercato, alla dissociazione di celle e altro.
Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Dicembre 2010 12:22 Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 15

Pubblicità

Link consigliati: