RioLab

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Articoli MS Word Creare un Sommario parziale mediante l'utilizzo del campo TOC

Creare un Sommario parziale mediante l'utilizzo del campo TOC

E-mail Stampa PDF

L'argomento Sommari è stato ampiamente trattato da Cinzia Pagani nell'articolo "Creare automaticamente un sommario in un documento di Word", nonché in parte dallo scrivente in "Sommario parziale per ogni sezione".

In questo nuovo articolo affrontiamo la creazione di Sommari parziali, ovvero riferiti a singole parti del documento, mediante l'utilizzo dei parametri del campo TOC (Table Of Content: tabella del contenuto).

Quando inseriamo un Sommario in un documento, il testo del sommario viene visualizzato in chiaro. In realtà esso viene creato da un campo, di nome TOC, che è possibile visualizzare con la combinazione di tasti ALT+F9. Con la stessa combinazione di tasti passiamo alternativamente dalla vista in chiaro a quella del campo (vedi esempi).

Vista in chiaro

Vista del Campo dopo avere premuto ALT+F9

Come possiamo notare il campo TOC ed i relativi parametri sono racchiusi tra due parentesi graffe: { TOC parametri }.  Affinché il contenuto fra le parentesi graffe possa funzionare come campo, ovvero restituire il risultato atteso, occorre inserire le stesse con la combinazione di tasti CTRL+F9. Verranno quindi visualizzate una coppia di parentesi graffe, una aperta e l'altra chiusa, all'interno delle quali potremo scrivere la formula del campo.

In merito all'uso dei campi in generale vedi qui: http://office.microsoft.com/it-it/word/HA101004261040.aspx

La creazione di sommari parziali è ottenuta mediante l'uso opportuno dei parametri di campo.

Alcuni esempi di parametri e del loro utilizzo all'interno del campo TOC:

\c  +  "Identificatore SEQ": consente di creare un indice di figure, tabelle, grafici o altri elementi numerati con un campo SEQ (utilizzato per numerare gli elementi a cui è stata applicata una didascalia). L'etichetta attribuita alla didascalia deve corrispondere all'identificatore nel campo.
Il campo { TOC \c "tabelle" }, ad esempio,  crea un indice di tutte le tabelle a cui è stata applicata una didascalia numerata.

\b  + Nome segnalibro: consente di utilizzare solo voci presenti nella parte del documento compresa fra due interruzioni di sezione e contrassegnata dal segnalibro.
Per esempio { TOC \b Parte1 } crea un sommario in base agli stili Titolo contenuti nella sezione a cui è stato assegnato il segnalibro Parte1.

\o  +  "Titoli": crea un sommario in base ai paragrafi formattati con gli stili Titolo. Sono disponibili nove stili Titolo: da Titolo1  a Titolo9.
Per esempio { TOC \o "1-3" } crea un sommario limitato ai titoli contrassegnati dagli stili da Titolo1 a Titolo3.

Sono anche possibili combinazioni di parametri. Se, per esempio, volessimo un sommario in base agli stili Titolo1, Titolo2 e Titolo3 nella parte del documento contrassegnato dal segnalibro Parte1, dovremmo scrivere: { TOC \b Parte1 \o "1-3"}.

Per una trattazione completa dell'uso del campo TOC vedi qui: http://office.microsoft.com/it-it/word/HP051862011040.aspx
 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Novembre 2010 10:59  

Pubblicità

Link consigliati: