RioLab

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Articoli MS Excel Grafico dinamico del saldo

Grafico dinamico del saldo

E-mail Stampa PDF

Esempio sull'uso dei grafici dinamici in Excel.

 

Spesso in Excel si ha l'esigenza di creare un grafico dinamico, ossia un grafico in cui almeno una serie di dati fa riferimento ad un intervallo variabile di celle.

In questo articolo, con riferimento al foglio Saldo del file GraficoSaldo.xls mostrato in figura, si descrive la procedura per rappresentare in un grafico l'andamento del saldo limitatamente ai record che appartengono al periodo scelto dall'utente.

Come vedremo, la procedura consiste nell'assegnare agli intervalli variabili dei nomi a cui riferire successivamente il grafico.

IMPORTANTE - Affinché la procedura descritta funzioni correttamente, occorre che i record siano ordinati secondo le date crescenti.

Assegnare i nomi definiti

L'assegnazione dei nomi avviene in fase di definizione, attraverso la finestra di dialogo che compare dopo aver scelto "Nome > Definisci …" dal menù "Inserisci".

Attraverso "Riferito a:" possiamo assegnare nomi sia a celle che a formule. Una maniera meno diretta di assegnare un nome ad una formula consiste nell'immettere la formula nella cella a cui il nome viene riferito; questo metodo può agevolare la creazione di progetti complessi, dato che è più pratico gestire le formule quando sono sul foglio di lavoro (si pensi, ad esempio, al controllo simultaneo dei risultati delle formule usate e alle eventuali conseguenti correzioni in fase di progettazione).

Nella procedura che viene proposta, si è adottato il criterio di riferire direttamente i nomi alle formule solo quando sono stati definiti gli intervalli variabili (i.v.). Al foglio "Saldo" (contenente la tabella dati) si è aggiunto il foglio "Supporto" (foglio di appoggio contenente le celle con nome in cui sono state immesse le formule che non definiscono gli intervalli variabili).

Importante è l'ordine di definizione dei nomi, dato che alcuni di essi sono stati definiti facendo riferimento ad altri nomi definiti precedentemente.

I nomi sono stati distinti nei 2 gruppi Elenco (nomi relativi a tutti i record) e Grafico (nomi relativi ai record da rappresentare nel grafico). Nella seguente tabella si riportano, secondo l'ordine di definizione, i nomi e le relative formule, indicando con (i.v.) i nomi che si riferiscono ad intervalli variabili.

N Nome definito Formula
1 Elenco.Righe =CONTA.NUMERI(Saldo!E:E)
2 (i.v.) Elenco =SCARTO(Saldo!$B$8:$F$8;0;0;1+Elenco.Righe)
3 (i.v.) Elenco.CampoData =SCARTO(Elenco;1;1;MAX(1;Elenco.Righe);1)
4 (i.v.) Elenco.CampoImporto =SCARTO(Elenco;1;2;MAX(1;Elenco.Righe);1)
5 (i.v.) Elenco.CampoSaldo =SCARTO(Elenco;1;3;MAX(1;Elenco.Righe);1)
6 Grafico.AnnoIni  
7 Grafico.Anni  
8 Grafico.DataIni =DATA(Grafico.AnnoIni;1;1)
9 Grafico.DataEnd =DATA(Grafico.AnnoIni+Grafico.Anni;1;0)
10 Grafico.RigaIni =CONTA.SE(Elenco.CampoData;"<"&Grafico.DataIni)
11 Grafico.RigaEnd =CONTA.SE(Elenco.CampoData;"<="&Grafico.DataEnd)
12 Grafico.Righe =Grafico.RigaEnd-Grafico.RigaIni+1*(Grafico.RigaIni<>0)
13 (i.v.) Grafico =SCARTO(Elenco;MAX(1;Grafico.RigaIni);0;MAX(1;Grafico.Righe))
14 (i.v.) Grafico.CampoData =SCARTO(Grafico;0;1;;1)
15 (i.v.) Grafico.CampoImporto =SCARTO(Grafico;0;2;;1)
16 (i.v.) Grafico.CampoSaldo =SCARTO(Grafico;0;3;;1)

A titolo di esempio, si descrive la procedura usata per definire i nomi 1 (assegnato a cella con formula), 2 (assegnato a formula), 6 e 7 (assegnati a cella senza formula).


 

1 - Elenco.Righe (numero di record presenti in elenco).

Nella cella B4 del foglio Supporto si è immesso il testo "Elenco.Righe >" mentre nella cella C4 si è immessa la formula =CONTA.NUMERI(Saldo!E:E); selezionata la cella C4 si è scelto "Nome > Definisci …" dal menù "Inserisci", quindi si è accettato quanto proposto nella finestra di dialogo facendo clic su "Aggiungi".


 

2 (i.v.) - Elenco (intervallo variabile di celle contenente la tabella dati, comprensiva di intestazioni).

Si è scelto "Nome > Definisci …" dal menù "Inserisci" e nella finestra di dialogo che si è aperta si è digitato il nome "Elenco" riferendolo alla formula =SCARTO(Saldo!$B$8:$F$8;0;0;1+Elenco.Righe) quindi si è fatto clic su "Aggiungi".


 

6 e 7 - Per poter individuare il periodo da rappresentare nel grafico, alle celle B4 e B6 del foglio Saldo sono stati assegnati rispettivamente il nome Grafico.AnnoIni (primo anno rappresentato nel grafico) e il nome Grafico.Anni (numero di anni rappresentati).

Selezionata la cella B4 del foglio Saldo, si è scelto "Nome > Definisci …" dal menù "Inserisci" e nella finestra di dialogo che si è aperta si è digitato il nome "Grafico.AnnoIni", quindi si è fatto clic su "Aggiungi". Analoga procedura è stata adottata per la cella B6.

Creare il grafico dinamico

Scelto "Grafico" dal menù "Inserisci", si è avviata la creazione guidata grafico.

Al passaggio 1 si è scelto il tipo di grafico "Dispers. (XY)" con coordinate unite da linee, senza indicatori di dati; quindi si è fatto clic su "Avanti".


 

Al passaggio 2, nella scheda "Serie" si è fatto clic su "Aggiungi" per creare la prima serie a cui sono stati assegnati il nome più significativo "Saldo" e i riferimenti agli intervalli variabili per i valori X (Grafico.CampoData) e Y (Grafico.CampoSaldo). Da notare come i riferimenti agli intervalli varibili devono essere comprensivi del nome del file.

Quindi si è poi fatto clic su "Fine" per creare il grafico dinamico.

Esempio di applicazione

In allegato trovi un esempio in cui è stato applicato quanto descritto in questo articolo.

Nel file, oltre al grafico dinamico, è presente un grafico a barre che mette in relazione il periodo rappresentato nel grafico con quello relativo a tutti i dati in elenco.

Alla sinistra dei grafici, oltre alla celle di input attraverso cui l'utente può scegliere il periodo da rappresentare nel grafico, c'è un riepilogo dei valori significativi del saldo, come ad esempio il massimo e il minimo (se sono più di uno, viene mostrato quello che si verifica per primo), con la possibilità per l'utente di scegliere se evidenziarli o meno nel grafico.

La risoluzione minima dello schermo consigliata per l'uso del file è 1024x768 (con risoluzioni inferiori agire sullo zoom di Excel fino ad ottenere una immagine simile a quella mostrata in figura).

 


Sistema operativo: WIN32
Applicazioni: Excel 97, Excel 2000, Excel 2002/XP, Excel 2003

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (GraficoSaldo.zip)Grafico saldo 8 Kb
Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Agosto 2009 14:26  

Pubblicità

Link consigliati: